Psicologo Psicoterapeuta - Tel.331.1157980

Ricevo a Bologna su appuntamento: Via della Barca n. 19/5 (Quartiere Reno). Accesso motorizzato da Via Sabatini fronte civico 5

Ricevo a Modena su appuntamento: Via Pietro Giardini, 605 (di fianco a Naturasì)

psicologo psicoterapeuta bologna

Per informazioni:

informativa privacy (D.LGS.196/2003)
I PARADOSSI DELL'AMORE

Prendiamo le cose dall'inizio, cioè dall'incontro d'amore, quando c'è.
Cosa succede nell'incontro? Si incontra l'amore per caso, ad una festa, in un parco mentre si corre, all'università. E' una delle verità più paradossali dell'amore: ma come? L'amore che vuole essere per sempre , l'amore assoluto, l'amore che punta all'eterno nasce dalla più pura accidentalità, per caso.
Non è scritto da nessuna parte. L'incontro è questo urto casuale con l'altro, e c'è qualcosa del fulmine, come il senso comune tende a dirci, cioè dell'impatto con qualcosa che ci tocca. Non sappiamo bene cosa. Lacan dice che c'è sempre un enigma nell'incontro. Però c'è qualcosa che ci tocca, al primo sguardo, alla prima percezione dell'altro. Ecco il paradosso: questo amore che nasce per caso, questo amore che nasce senza essere scritto da nessuna parte, vuole essere per sempre.
Allora gli amanti puntano a trasformare il caso in un destino, a trasformare la contingenza dell'incontro in una necessità; come dire: è avvenuto per caso ma sarà per sempre.
Noi sappiamo che nessuno amore è scritto nelle stelle che sarà per sempre, nessun patto, nemmeno quello del matrimonio ci garantirà che sarà per sempre; l'essere per sempre è un'aspirazione dell'amore, ma niente potrà garantire che sarà per sempre. Eppure questa è la vocazione dell'amore, che sarà per sempre, che si ripeterà per sempre, l'infinito in atto.
L'amore è sempre un'oscillazione tra una spinta appropriativa e una spinta all'esposizione, al dono.
Ogni amore che vuole essere per sempre è un amore che esige la fedeltà assoluta, come io vedo le cose.
Cosa vuol dire la fedeltà assoluta? Vuol dire che esige l'appropriazione, la quale fa parte dell'amore umano. Non esaurisce l'amore, perchè è in rapporto all'esposizione, è in rapporto al dono, ma c'è una tendenza appropriativa. Quando diciamo questo diciamo qualcosa di molto preciso. Non voglio possedere chi amo come possiedo il mio orologio.
La spinta appropriativa non è ridurre l'altro come ad uno oggetto che io posseggo, come la mia automobile, che decido dove metterla, cosa farne, ma è una cosa speciale. Io voglio possedere la sua libertà ma non rendendola prigioniera, ma voglio appropriarmi la sua libertà lasciandola libera ogni volta di lasciarmi, libera ogni volta di scegliere un altro, libera di scegliere sempre me.
Voglio possedere la libertà dell'altro, che sia mia liberamente. Esiste una libertà prigioniera? No, ma questo è il sogno di ogni amante, che sia libera o libero e che ogni volta miracolosamente arrivi da me.



Il dott. Messieri offre la possibilità di percorsi di supporto psicologico e percorsi psicologici di psicoterapia psicoanalitica a costi accessibili.

Uno dei principi etici su cui si fonda il suo lavoro è rendere il costo della psicoterapia accessibile a tutti. Per questo motivo il costo delle sedute viene concordato in sede di colloquio tenendo conto delle possibilità di ciascuno.