Psicologo Psicoterapeuta - Tel.331.1157980

Ricevo a Bologna su appuntamento: Via della Barca n. 19/5 (Quartiere Reno). Accesso motorizzato da Via Sabatini fronte civico 5

Ricevo a Modena su appuntamento: Via Pietro Giardini, 605 (di fianco a Naturasì)

psicologo psicoterapeuta bologna

Per informazioni:

informativa privacy (D.LGS.196/2003)
ELOGIO DEL FALLIMENTO

Cosa significa tessere un elogio del fallimento? Il fallimento non è solo insuccesso, sbandamento, sconfitta. E' sì tutto questo, ma anche il suo rovescio. Lacan sosteneva che il fallimento è proprio del funzionamento dell'inconscio. La sua definizione di atto mancato è : l'atto mancato è il solo atto riuscito possibile. Perchè questa definizione? Perchè l'atto mancato è fallito per l'io ma è riuscito per il soggetto dell'inconscio. Lo stesso accade per una sbadataggine o in un lapsus. Il fallimento è uno zoppicare salutare dell'efficienza della prestazione.
In questo senso la giovinezza è il tempo del fallimento, o meglio è il tempo dove il fallimento dovrebbe essere consentito. E' quel tempo che esige il tempo del fallimento, dell'errore , della perdita, della sconfitta, del ripensamento, del dubbio, dell'indecisione, delle decisioni sbagliate, degli entusiasmi che si dissolvono e si convertono in delusioni, del tradimento e dell'innamoramento.
I giovani sono esposti al fallimento perchè la via autentica della formazione è la via del fallimento. Prima della psicoanalisi lo diceva Hegel e prima ancora i testi biblici. E' il fratello più giovane che nella celebre parabola evangelica chiede al padre la sua parte di eredità in anticipo per dissiparla nel godimento più ottuso.
La formazione è erranza, discontinuità, incontro, rottura del familismo. C'è sempre nel cammino di una vita una caduta da cavallo, un incontro con la terra, un faccia a faccia con lo spigolo duro del reale. Perchè ci sia incontro con la verità del desiderio è necessario smarrirsi, fallire, perdersi. Chi non si è mai perduto non sa cosa sia ritrovarsi.
I giovani sanno perdersi come nessun altro, sanno perdersi e ritrovarsi. Ma perchè questo avvenga è fondamentale la presenza degli adulti. Sono necessari una casa, un legame, un'appartenenza perchè l'erranza dia i suoi frutti. E' necessario che i genitori sappiano tollerare le angosce di questo andirivieni.
L'elogio del fallimento in psicoanalisi sovverte l'illusionaria logica consumistica. Il fallito è l'oggetto diceva Lacan, nel senso che l'oggetto non si presenta come ciò che può colmare la "mancanza ad essere" che abita il soggetto, ma che l'incontro con l'oggetto è strutturalmente marcato da una condizione fallimentare. L'oggetto cioè è sempre insoddisfacente, è sempre una lacuna. L'oggetto è fallito perchè non è mai raggiunto.
Per la psicoanalisi schierarsi dalla parte del fallimento dell'oggetto, del fallimento proprio del soggetto dell'inconscio è la sola possibilità per provare a fare sorgere di nuovo il desiderio e la sua Legge (che in psicoanalisi è la Legge dell'interdizione).



Il dott. Messieri offre la possibilità di percorsi di supporto psicologico e percorsi psicologici di psicoterapia psicoanalitica a costi accessibili.

Uno dei principi etici su cui si fonda il suo lavoro è rendere il costo della psicoterapia accessibile a tutti. Per questo motivo il costo delle sedute viene concordato in sede di colloquio tenendo conto delle possibilità di ciascuno.